scelte dolorose

ho scelto e lo dico con le lacrime agli okki e nel cuore, ho scelto una via che nn so dove mi porterà, ho scelto e nn solo x il corpo, la mia scelta parte dalla mente, dalla percezione ke ho del mio io, del mio fisico e degli altri, nn mi sento all'altezza e devo necessariamente fare qualkosa, ho scelto e nn è stato facile, ma sono arrivata ad un punto di nn ritorno, ho scelto e nn so se è la decisione giusta, ma ho scelto e indietro nn torno.

scelte doloroseultima modifica: 2005-06-24T14:09:38+02:00da eleonora_mes3
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “scelte dolorose

  1. Di solito vado in giro con la bici da solo,e le strade che faccio sono sempre le stesse, la solita palla ma la tranquilla palla.
    Insomma, non esploro altri posti per la paura di qualsiasi cosa.
    L’altro giorno è venuto con me un amico, ed abbiamo fatto un giro splendido.
    Sceglievamo le strade da prendere insieme, e se erano chiuse tornavamo indietro “tanto tornare indietro cosa costa”anche se ci toccava il doppio della strada, il doppio della fatica; tornavamo.
    Lui si fidava di me nello scegliere le strade ed io di lui, anche se sbagliavamo non ci piangevamo addosso, non ci sgridavamo ma pedalavamo sorridendo.
    Da solo non avrei mai potuto farcela per “quelle strade”, ma lui era con me e tutto cambiava.Non mi vergognavo di dirgli che avevo paura della strada che stavamo per fare,lui mi capiva.

    Morale della favola: colui che ti è vicino ti può aiutare a scegliere la strada,da soli non sempre si riesce,sopratut to quando si è critici verso se stessi (io sono il più feroce giudice di me stesso)quindi si fanno mosse affrettate.
    Non aver paura di dire a coloro che ti possono aiutare, la verità su quel che hai (a meno che tu non abbia ammazzato qualcuno). baci

  2. In pochi giorni molto è cambiato in me.
    Quando mi hanno parlato del blog, non ero convinto di tutto ciò che girava intorno ad esso.
    Ma in pochi giorni ho cambiato idea, e siete quasi come una famiglia.
    Quando torno da lavoro, la prima cosa che faccio è accendere il computer, la seconda: vedere se ci sono commenti, e la terza: venire nel tuo blog per vedere hai scritto qualcosa di nuovo. un bacio

Lascia un commento